23 Settembre 2020
Interviste
percorso: Home > Interviste > Interviste

Intervista a Danilo Tosoni

Interviste
12-05-2015 - Intervista a Danilo Tosoni
Bentornato Danilo, questa volta in veste di Mister degli allievi regionali, come è andata la stagione agonistica appena conclusa?

Questa annata non è stata semplice, diciamo un pochino particolare, dove personalmente credevo moltissimo in questa squadra che ho conosciuto l´anno scorso a fine stagione, dove vedendoli giocare sentivo delle buone sensazioni e prospettive. Durante l´anno è venuto a mancare un giocatore per noi molto importante e carismatico che è andato a giocare nel Siena. Le difficoltà si sono evidenziate all´inizio, dove ci sono state delle incomprensioni che non ci hanno permesso di esprimere tutto il vero potenziale della squadra, infatti essendo ancora dei ragazzi e nonostante il duro lavoro si sono demoralizzati ma hanno continuato a tener duro.

Cosa è cambiato verso la fine della stagione?

I ragazzi hanno semplicemente avuto la determinazione necessaria nell´affrontare con grinta le partite senza demordere. Ovviamente ci sono state motivazioni extra (di classifica) che gli ha spinti a emergere dalle parti basse.

Contento della salvezza?

Certamente, sono felice per i ragazzi e per la società che riesce a mantenere una categoria molto importante come quella degli allievi nel campionato regionale, l´unico rammarico è sul percorso che abbiamo intrapreso per raggiungere quello che era il nostro obiettivo: una salvezza tranquilla. Certamente in alcuni casi ci sono mancati quei 34 punti in più che avrebbero consentito di gestire tutto in maniera più semplice.

Leggendo gli articoli degli addetti ai lavori la squadra si è sempre espressa bene con un buon calcio, alla fine sono venuti a mancare solamente alcuni risultati..

Si effettivamente la prestazione è sempre stata buona, salvo quelle tre quattro partite, che ritengo fisiologico durante una stagione impegnativa come quella degli allievi. Rimango molto contento di questo.
La crescita dei ragazzi dal punto di vista calcistico è stata importante così come la loro maturazione sportiva e personale, cosa non di secondo ordine e che mi ha fatto enormemente piacere.

Cosa faranno questi ragazzi il prossimo anno?

Gli allievi hanno un´uscita naturale negli juniores dell´Asta Taverne che però disputano un campionato provinciale, il mio auspicio è che quei 45 elementi di rilievo che si sono espressi al meglio durante l´anno riescano a trovare una sistemazione più congrua per la loro crescita calcistica.


scritto da Andrea Grassi
sponsor
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it